Tag

, , , ,

Logo Premio Nabokov

Venerdì 11 dicembre, dopo un’attenta lettura, la giuria tecnica ha decretato la rosa dei 7 finalisti per la sezione editi e inediti di narrativa, poesia e saggistica del Premio Letterario Internazionale Nabokov  – edizione 2015, che andranno in finale.

Il romanzo di Luciano Monti Faremo bene il male è tra i finalisti del Premio.

La premiazione – con presentazioni dei libri e degli autori – si terrà il 10 gennaio 2016 a Novoli (Lecce) presso il Teatro Comunale, nell’ambito di Incipit Festival Letterario.

Dieci anni di vita  dimostrano che un premio letterario come il Nabokov non solo piace per la sua utilità letteraria, ma avvicina sempre nuovi autori alla critica e al confronto. Sì perché il ruolo ormai indiscusso del Premio Nabokov, divenuto un punto riferimento nazionale per tutti gli autori e le case editrici, è quello di “selezionare” e di premiare i migliori senza tirate di maniche o sotterfugi. Senza ricercare il “nome famoso”, ma solamente lo stile, il talento, la capacità. Insomma il Premio letterario Nabokov premia il merito, la bravura, la capacità. E lo fa grazie al rapporto creato con la rete di iniziative culturali come i festival letterari di Prospektiva  ovvero 8 eventi tra Toscana, Lazio, Puglia e Calabria, offrendosi come una delle realtà migliori nel campo dei premi letterari. La formula alla fine è semplice: i libri vengono letti e solo i migliori giungono in finale.

Faremo bene il male può considerarsi un nuovo Lolita interamente trasportato nelle vertiginose regioni della metafisica e, insieme, sprofondato negli oscuri abissi della psiche” recita la quarta di copertina, dunque non c’è premio letterario più appropriato del Nabokov, intitolato allo scrittore Vladimir Vladimirovič Nabokov, giunto alla notorietà proprio con il romanzo Lolita.

Annunci